Archivio mensile: settembre 2009

Addio al nubilato

Venerdì sera sono andata all’addioo al nubilato, di una mia cara amica…

Poverina ha dovuto subirne di cotte e di crude…se devo essere sincera, non mi sembrava tanto dispiaciuta…un pò mi ha deluso, non me la ricordavo così, ioo l’ho sempre vista acqua e sapone, una ragazza tranquilla…e invece, anche questa volta ho visto male, e devo dire che il tempo e la lontananza, rovinano l’amicizia! e poi non c’è cosa migliore per rafforzare un’amicizia se lavori nello stesso posto…una volta che si cambia lavoro, l’amicizia finisce…un pò mi dispiace, perchè la sua compagnia mi è sempre piaciuta, mi è sempre stata vicina nei momenti duri, per me è sempre stata li su un piedistallopiedistallo-classico-37009.jpg e guai chi me la toccava…diciamo che molte cose non le volevo vedere…e ora le ho viste, in qualsiasi caso il suo posto è li sul suo piedistallo…e nessuno me la toglierà…

aaa cercasi

Sto scrivendo col mio pc nuovo…frr frr frr frr…ora ho bisogno del vostro aiuto per darle un nome… come lo posso chiamare?????mi raccomando un bel nome se è giappo lo preferisco… scherzo va bene qualsiasi nome…

Harry Potter

Stasera mi ero ripromessa che avrei letto Harry Potter…ma come tutte  le sere mi perdo via col mio pc…e il mondo di internet…prima ho dato da mangiare ai pesci su face book, poi ho letto i commenti, e ho trovato il commento di fatasenzaali, vado sul suo blog,e leggo il suo post che mi risolve una cosa del mio blog, che desideravo tanto…quindi mi metto dietro a farlo…ora sono le 22.54 e mi ritrovo a scrivere un post…ma continuo a sbadigliare…e vero domani sono a casa di riposo ma…Harry gli toccherà aspettare…leggerò magari un paio di pagine e poi morfeo arrivo…

sonno bimbo vaso.gif

Come mi vuoi?

In questo ultimo periodo ho abbattuto il muro che ho costruito con ” il particolare ” ho voluto dargli una possibilità…a dire il vero, non è una cattiva persona…ogni tanto ragiona come adulto…ma più delle volte ragiona da ragazzo che è!Adesso come adesso, non mi mette più l’agitazione quando ce l’ho difianco…prima quando mi si avvicinava mi metteva addosso un’agitazione…ora sono moltoo pi tranquilla, anche se mi mette in imbarazzo più di una volta! anche oggi mi ha chiesto di che colore avevo le mutande…

Va bè ma basta parlare di lui… questo post era dedicato a come mi vedi! il particolare mi vede come ragazza sadomaso, e ragazza so tutto io…io invece mi vedo molto camaleone…alla fine non ho una vera personalità… sono un clone di tutti…prendo un pò da tutti e faccio un mix..infatti mi sa che sono un pò come Julia Roberts in ” se scappi ti sposo ” che non sà come gli piacciono le uova…alla fine voglio fare la dura, la sbruffona, e poi quando mi chiedonoo che colore ho le mutande divento rossa come un pomodoro…va bè lascio a voi il ” COME MI VUOI “



camaleonte.jpg
shadowladybx6.jpg
1af62b344995b9703fbe4dfed188c7c8.jpeg

Girotondo dei sapori

Domenica abbiam deciso di partecipare alla manifestazione ” GIROTONDO DEI SAPORI ” quindi, sveglia alle 7.30, doccia, lavaggio denti, e partenza…arrivo all’aria verde alle 8.20, appena in tempo…la partenza per il giro era alle 8,40…quindi prendiamo il nostro pass e aspettiamo la nostra guida…tutto pronto, si parte!

Prima tappa vivaio Lithops, dopo ci aspettava the e caffè e bottiglie dell’acqua…il vivaio niente di speciale ma carino…dopo una sosta di 20 minuti si riparte…prossima tappa azienda agricola dove ci aspetta la colazione con pane marmellata, miele, the, yogurt e latte…dopo colazione facciamo un giro per l’azienda…troppo belle le mucche…a questo punto ci inoltriamo nel bosco per raggiungere la chiesa dei ciechi di Villa Letizia…(la sottoscritta…deve cogliere in pieno ogni notizia e quindi sta dietro…) Chiesa piccola ma originale…qui invece si mangia i biscottini da the!

Prossima tappa Parco del convento dei padri passionisti…qui ci fanno percorrere tutta la via crucis, ogni tappa è un affresco del pittore Salvini…qui ci fanno mangiare frutta fresca…ora si riparte per la sede degli alpini, dove si fa l’aperitivo con salumi…dopo questa tappa ci dirigiamo verso  chiesa romanica s. agostino- biblioteca…qui da vedere ci sono delle tombe, dove hanno trovato delle ossa, invece nella chiesa hanno trovato degli affreschi…qui invece si mangia patatine pop corn…penultima tappa si ritorna all’aria verde dove si pranza con una valdostana e un pò di verdura…dopo 2 ore si riprende per l’ultima tappa il centro ippico…qui vediamo i cavalli da corsa e i più piccoli fanno un giro sui pony…questa tappa è la più gustosa…dove si mangia il dolce tanti tipi di torte…come ultimo si torna all’ area verde dove ci offrono il gelato…all’alba delle 17…finisce tutto o almeno penso…perchè la sottoscritta, dopo un mal di piedi e un sonno da paura se ne torna a casa… se vi va andate a vedere un pò di foto nel mio foto blog… http://lefotoditatachan.fotoblog.it/

Magra

…In questo periodo mi sento un pò così…sarà tutta questa malattia, sarà che è arrivato il primo freddo… e io mi ritrovo già bianca come il latte… quest’anno non ho mai preso il sole sul balcone, e anche in piscina sono andata solo 3 volte…depression tutto questo…

Per la mia Petty

Questo è per te mia cara amica Petty…


Tratta bene i tuoi fratelli. Sono il migliore legame con il passato e quelli che più
probabilmente avranno cura di te in futuro.
Renditi conto che gli amici vanno e vengono. Ma alcuni, i più preziosi, rimarranno.
Datti da fare per colmare le distanze geografiche e di stili di vita,
perche più diventi vecchio, più hai bisogno delle persone che conoscevi da giovane.


sai che ti dico leggila tutta che anche il resto è interessante…

Goditi potere e bellezza della tua gioventù. Non ci pensare.
Il potere di bellezza e gioventù lo capirai solo una volta appassite.
Ma credimi tra vent’anni guarderai quelle tue vecchie foto.
E in un modo che non puoi immaginare adesso.
Quante possibilità avevi di fronte e che aspetto magnifico avevi!
Non eri per niente grasso come ti sembrava.
Non preoccuparti del futuro.
Oppure preoccupati, ma sapendo che questo ti aiuta quanto masticare
un chewing-gum per risolvere un’equazionealgebrica.
I veri problemi della vita saranno sicu ramente cose che non t’erano mai
passate per la mente.
Di quelle che ti pigliano di sorpresa alle quattro di un pigro martedì pomeriggio.
Fa’ una cosa, ogni giorno che sei spaventato… canta.
Non esser crudele col cuore degli altri.
Non tollerare la gente che è crudele col tuo.
Lavati i denti. Non perder tempo con l’invidia.
A volte sei in testa. A volte resti indietro.
La corsa è lunga e alla fine è solo con te stesso.
Ricorda i complimenti che ricevi, scordati gli insulti.
Se ci riesci veramente dimmi come si fa.
Conserva tutte le vecchie lettere d’amore, butta i vecchi estratti conto.
Rilassati.
Non sentirti in colpa se non sai cosa vuoi fare della tua vita.
Le persone più interessanti che conosco, a ventidue anni non sapevano che fare
della loro vita. I quarantenni più interessanti che conosco ancora non lo sanno.
Prendi molto calcio.
Sii gentile con le tue ginocchia, quando saranno partite ti mancheranno.
Forse ti sposerai o forse no.
Forse avrai figli o forse no.
Forse divorzierai a quarant’anni.
Forse ballerai con lei al settantacinquesimo anniversario di matrimonio.
Comunque vada, non congratularti troppo con te stesso, ma non rimproverarti neanche.
Le tue scelte sono scommesse. Come quelle di chiunque altro.
Goditi il tuo corpo. Usalo in tutti i modi che puoi.
Senza paura e senza temere quel che pensa la gente.
E’ il più grande strumento che potrai mai avere.
Balla. Anche se il solo posto che hai per farlo è il tuo soggiorno.
Leggi le istruzioni, anche se poi non le seguirai.
Non leggere le riviste di bellezza. Ti faranno solo sentire orrendo.
Cerca di conoscere i tuoi genitori. Non puoi sapere quando se ne andranno per sempre.
Tratta bene i tuoi fratelli. Sono il migliore legame con il passato e quelli che più
probabilmente avranno cura di te in futuro.
Renditi conto che gli amici vanno e vengono. Ma alcuni, i più preziosi, rimarranno.
Datti da fare per colmare le distanze geografiche e di stili di vita,
perche più diventi vecchio, più hai bisogno delle persone che conoscevi da giovane.
Vivi a New York per un po’, ma lasciala prima che ti indurisca.
Vivi anche in California per un po’, ma lasciala prima che ti rammollisca.
Non fare pasticci coi capelli, se no quando avrai quarant’anni sembreranno di un 85nne.
Sii cauto nell’accettare consigli, mal sii paziente con chi li dispensa.
I consigli sono una forma di nostalgia.
Dispensarli è un modo di ripescare il passato dal dimenticatoio, ripulirlo,
passare la vernice sulle parti più brutte e riciclarlo per più di quel che valga.
Ma accetta il consiglio… per questa volta.

Sai che ti voglio bene…vedrai che ritornerai sui tuoi passi…ti ho anche fatto l’immagine…questa è tutta per te…

 

petty.jpg

 

 



 



…Quisito…

Basta lamentarsi, ho notato che più ti butti giù e più stai male…quindi vivi col sorriso sulle labbra che il mondo ti sembra anche più bello…e poi ieri mentre ero dal dottore un’ amica di mia mamma mi ha fatto sentire al settimo cielo per quello che mi ha detto… quindi…ora metto voi alle strette…quanti anni mi date? gli amici di face book lo sanno, ma chiedo anche a loro prima di scoprirlo quanti anni mi avreste dato?…va bè poi al mio compleanno ve lo dirò… forse… naaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa………….